contattaci

armoniastudio realizzazione siti web  con webdesign personalizzato resposive e autogestibili
armoniastudio realizzazione siti web  con webdesign personalizzato resposive e autogestibili
armoniastudio realizzazione siti web  con webdesign personalizzato resposive e autogestibili
armonia studio web agency realizzazione sitiweb web design graphic design logo social web marketing
armoniastudio realizzazione siti web  con webdesign personalizzato resposive e autogestibili

News

adeguamenti siti web GDPR privacy e cookie

18 Maggio 2018

Il 25 maggio 2018 entrerà in vigore il nuovo GDPR europeo che rinnova e rafforza…

Google cambia algoritmo di ricerca ora più mobile

22 Aprile 2016

Ieri il vostro sito web era posizionato bene nei risultati del famoso motore di ricerca…

ottimizzazione sito web x smartphone

16 Aprile 2016

L'ottimizzazione di un sito web per dispositivi mobile, in particolare per smartphone, è sempre più…

Siti web aziendali e cookies

29 Dicembre 2015

A maggio del 2014 il garante della privacy ha emesso nuovi provvedimenti in materia di …

Miscosoft presenta Surface Pro 4 e Surface Book

07 Ottobre 2015

Microsoft ha presentato a New York alcune delle sue nuove creazioni. Tra queste il nuovo…

Il pianeta Terra trova il gemello Kepler

24 Luglio 2015

E fu così che il gemello più piccolo e fragile ritrova il proprio fratello gemello…

Sabato, 16 Aprile 2016 10:48

ottimizzazione sito web x smartphone

L'ottimizzazione di un sito web per dispositivi mobile, in particolare per smartphone, è sempre più importante nel mondo del web design. Non capirlo significa compromettere seriamente le possibilità di raggiungere sempre un numero maggiore di utenti visitatori e quindi potenziali clienti per la vostra attività.
Le statistiche dicono che oramai più dell'80% delle persone che navigano abitualmente in internet, lo fanno tramite dispositivi mobile. Il fedele amico smartphone è sempre con noi. Migliora la qualità delle connessioni dati, raggiungendo sempre nuove zone. La copertura cresce ogni giorno.

E' incredibile vedere che, nonostante queste considerazioni siano ormai note a tutti, molte attività si ostinano, o si accontentano, di avere un sito web ottimizzato solo per essere visualizzati su normali computers. mentre se vengono aperti con uno smartphone non sono praticamente utilizzabili.
Menu molto piccoli inutilizzabili, scritte illeggibili, sezioni che si sovrappongono senza motivo o che spariscono al di fuori dei bordi dello schermo. Animazioni che sullo schermo di uno smartphone sono assolutamente inutili, o peggio ancora parti realizzate completamente in FLASH da sempre non funzionante sui dispositivi mobile.

Nella progettazione e realizzazione della grafica per un sito web, sempre più viene seguita la filosofia 'mobile first'. Ovvero il web design viene prima di tutto progettato per i dispositivi mobile, e solo in un secondo momento si realizza una versione della grafica per i classici monitor dei pc.

Nell'ottimizzazione della grafica di un sito per il mobile bisognerebbe tenere a mente i seguenti punti...

  • semplicità
  • velocità
  • chiarezza
  • usabilità

In realtà questi punti dovrebbero essere sempre considerati ma nel mondo del mobile acquistano ancora maggior forza e significato.

Partendo dalla versione grafica classica, si può ottimizzare il web design per il mobile cominciando, ad esempio, dall'eliminazione di tutte le immagini che non siano strettamente funzionali alla mia attività, ad i miei prodotti o ad i servizi che offro. Se ad esempio sono un produttore di mobili, chiaramente sarebbe bene che anche nella versione mobile siano presenti immagini dei miei prodotti. Ma se invece la mia attività è focalizzata sulla fornitura di servizi quali ad esempio quelli offerti da uno studio legale, le immagini sono praticamente inutili nella versione per smartphone. Bisogna quindi concentrarsi sulla descrizione dei servizi offerti, utilizzando testi con font semplici e di grande dimensione; un menu a scomparsa è sempre vivamente consigliato, in modo che il visitatore possa aprirlo solo all'occorrenza.

Ma ottimizzare il sito web per il mondo mobile non è solo a beneficio degli utenti finali. Ma anche dei motori di ricerca.
Vi è mai capitato in una ricerca su GOOGLE, di vedere la scritta 'mobile friendly' in alcuni risultati della ricerca? La sua presenza indica che Google ha riconosciuto che il sito è stato ottimizzato per il mondo mobile. Questo viene tenuto in grande considerazione da parte dei motori di ricerca, aiutando quindi nelle attività per il SEO e SEM, aiutando ad avere quindi una maggiore visibilità.

Avere un sito web non ottimizzato non vuol dire che necessariamente bisogna rifare completamente il sito web. E' bene valutare caso per caso e capire se è possibile, e conveniente, agire sulla grafica e sulla struttura del sito già esistente, per fare in modo che si adatti quando visualizzato su un dispositivo mobile.

Contattaci per una valutazione gratuita del vostro sito web.

Published in news
Domenica, 13 Luglio 2014 18:47

Smartphone e tablet superano i pc

Oramai il sorpasso è avvenuto ed è anche stato ufficializzato dai sondaggi.

Tablet e smartphone sono gli strumenti più utilizzati in Italia per navigare su internet.
Lo si affermava da tanto tempo che il sorpasso era vicino ed ora è realtà.

Perché?
Probabilmente uno dei motivi principali è l crescente abitudine di essere sempre in costante movimento. Per lavoro ... o per cercare un lavoro.
I boom dei social network e la grande offerta di periferiche a prezzi accessibili hanno molto contribuito.

Ormai bisogna accettarlo!
Come bisogna accettare e comprendere che i siti web DEVONO essere visibili ed usabili in primis su questi dispositivi. 
Che FLASH sia bandito dai siti web finalmente!!!!!

Il responsive design è il vero protagonista ormai.

Qui di seguito proponiamo l'articolo pubblicato su LA STAMPA di qualche giorno fa....

Il mondo digitale cambia velocemente, spesso più degli strumenti e delle persone che lo raccontano. Così si adegua anche Audiweb, che rileva l’audience di internet in Italia per offrire al mercato dati obiettivi, di carattere quantitativo e qualitativo, sulla fruizione del mezzo. 

Da oggi Audiweb lancia le rilevazioni dell’uso di app e siti per dispositivi mobili: è un cambiamento importante, e un primo passo per comprendere le abitudini degli italiani.  

“L’estensione del sistema di rilevazione rappresenta un grande risultato. Per la prima volta vengono distribuiti al mercato i dati sulla fruizione complessiva di internet e sulla fruizione da mobile”, dichiara Enrico Gasperini, presidente di Audiweb. “Grazie all’estensione del sistema di rilevazione e al lavoro di sviluppo portato avanti negli ultimi due anni, gli operatori del mercato potranno misurare la complessiva portata del mezzo, utilizzando strumenti indispensabili per la pianificazione delle campagne anche sui device mobili, che sempre più influenzano i consumi del mezzo.”  

Ed ecco la prima sorpresa, comunicata nel corso del convegno “Iab Seminar Mobile Marketing & Advertising”: in base ai dati di marzo, risultano online 25 milioni di italiani tra i 18 e i 74 anni, collegati in media per 46 ore e 15 minuti nel mese. Analizzando i dati risultano 7,4 milioni gli italiani che accedono a internet solo da mobile (il 37 per cento degli utenti online nel giorno medio), un dato superiore all’accesso solo da computer (5,3 milioni solo PC) e all’uso combinato tra i due apparecchi (7,2 milioni PC e mobile). 

Nel giorno medio sono invece 14,5 milioni, un dato che dimostra l’uso abituale dei nuovi apparecchi per accedere alla rete: da pc si collegano infatti 12,5 milioni di persone. Insomma, il sorpasso è avvenuto, agli italiani l’internet in mobilità piace più del solito computer, e infatti passano più tempo connessi in Rete con smartphone e tablet che con pc: 38 ore e 21 minuti, contro 20 ore e 57 minuti. 

“I tablet sono cresciuti assai rapidamente – prosegue Gasperini – con il 112 per cento in più rispetto all’anno scorso. Oggi in Italia 6,8 milioni di persone accedono a internet con un tablet, un numero pari al 15,8 per cento della popolazione tra 18 e 74 anni”. Così ai 40 mila pc monitorati da Audiweb si sono aggiunti 3000 smartphone (1500 i e 1500 Android) e 1000 tablet. Il campione, nonostante le varie correzioni statistiche, non è completo (manca, ad esempio Windows Phone, che in Italia ha una quota di mercato superiore a quella dell’iPhone), e al momento non fa distinzione fra smartphone e tablet. “Dal prossimo semestre i dati saranno separati”, spiega Gasperini. “E introdurremo anche Windows Phone. Non diciamo che il nostro è un sistema perfetto, ma almeno oggi c’è, mentre fino a ieri era impossibile rilevare questi dati”.  

Sono dati importanti, che possono influenzare investimenti e scelte strategiche. Secondo l’Osservatorio Mobile Marketing & Service del Politecnico di Milano le previsioni del mercato per il 2014 sono positive: si prevede di raggiungere i 300 milioni di euro di investimenti pubblicitari su mobile, pari a circa il 14 per cento del totale investimenti in internet advertising e al 5 per cento dell’investimento su tutti i mezzi. Cresceranno anche gli apparecchi: a fine 2014 saranno 45 milioni gli smartphone in circolazione in Italia e 12 milioni i tablet. Per Gasperini, però, non è vero che il touchscreen ha avvicinato i più anziani all’informatica: “il mondo delle app è dominato dalla fascia d’età tra 18 e 34 anni, gli altri gradualmente si spostano verso il pc”.  

Ma come passano il loro tempo online gli italiani? Con uno smartphone usano soprattutto social network (59 per cento del totale), siti o applicazioni legate al mondo dei cellulari (99 per cento), contenuti vari di intrattenimento (71 per cento), portali (73 per cento). Dai dati sulla distribuzione del tempo totale speso online nel giorno medio attraverso le piattaforme mobili e i pc, emerge che dalle ore 9 alle 21 si usano perlopiù smartphone e pc, mentre il computer è usato soprattutto nel pomeriggio.  

Confrontando i dati di audience nel giorno medio dei mezzi digitali rilevati da Audiweb (PC, mobile e total digital audience) e della TV (elaborazione Audiweb su dati Auditel), risulta che per i 18-24enni internet è il mezzo principale di informazione, comunicazione e divertimento dalle ore 6 alle 21, poi gradualmente la tv recupera terreno.  

Published in news
FaLang translation system by Faboba